Lunedì 9 Dicembre 2019

 
 

 

 

 

 

Art. 1 – Premessa

RECUPERIAMO IL FONTANILE QUINZI è una iniziativa volta alla riqualificazione di una piccola ma molto importante area del territorio di Cese di Preturo, dal punto di vista storico/culturale, ambientale ed identitario (§ Allegato 1 – Scheda su Cese di Preturo e Fontanile Quinzi).

L’iniziativa vede al centro un percorso partecipativo (§ Allegato 2 – Report Processo Partecipativo) che nelle fasi preliminari ha coinvolto direttamente la comunità locale attraverso una serie di incontri ed attività i cui esiti costituiscono il quadro conoscitivo-esigenziale fondamentale per il presente concorso di idee.

Il concorso di idee risponde a quanto previsto dall'art. 156 del D.lgs. 50/2016.

 

Art. 2 – Ente banditore

Il presente concorso di idee è promosso dalla A.S.B.U.C. di PRETURO (Amministrazione Separata dei Beni Usi Civici delle frazioni di Preturo, Cese, Colle, S. Marco e Pozza del Comune dell’Aquila), con sede in Via dell'Aringo SNC, C.F. 93019150668, 67100 Preturo (AQ) ITALY. Responsabile Unico del Procedimento: geom. Luciano Berardi.

Il concorso è altresì patrocinato dall'Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia dell'Aquila.

 

Art. 3 – Oggetto del concorso

Oggetto del concorso è la riqualificazione dell’area dell’antico Fontanile Quinzi a Cese di Preturo (Comune dell’Aquila, coordinate 42.368466, 13.282841). L’area, inserita in un contesto agricolo semi-naturale, si trova a poca distanza dal centro abitato ed è posta lungo l’asse stradale Nord-Sud che dal centro del paese di Cese (nei pressi di Palazzo Quinzi) taglia la campagna sottostante per alcuni chilometri fino quasi al confine con il Comune di Scoppito.

L'area di interesse del concorso, nella disponibilità dell'ente banditore, copre una superficie di circa 1600 mq comprensiva delle strade (§ Allegato 3 – Rilievo topografico).

Quest’area, denominata dagli abitanti locali “il Fontanile”, ha sempre rappresentato nel passato un punto importante per la vita del paese e, ancora oggi, la comunità lo identifica come un simbolo della memoria ma molti (in particolare i giovani) non ne conoscono l’origine e la storia. Tuttavia oggi il Fontanile, il terreno e la vegetazione circostante si trovano in uno stato di grave abbandono. Dall’anno 2012 l’ASBUC di Preturo ha avviato iniziative finalizzate a recuperare e valorizzare le risorse ambientali, culturali e storiche del territorio. L'iniziativa RecuperiAMO il Fontanile si inserisce in questo percorso.

 

Il progetto dovrà rispondere ai seguenti obiettivi di carattere generale:

  • Prevedere la sistemazione dell'intera area del Fontanile;
  • Prevedere il recupero del Fontanile ripristinando il più possibile i caratteri originali del manufatto e garantendo la sua ottimale funzionalità in considerazione del parziale interramento che ne ha modificato l'assetto;
  • Preservare e riqualificare gli habitat utilizzando flora di specie autoctone;
  • Favorire l’accesso della fauna minore e degli anfibi all’area ed al Fontanile.

 

Il progetto dovrà inoltre rispondere ai seguenti obiettivi di carattere specifico, esito del percorso partecipativo:

  • Predisporre l’area alle attività: di relax, di gioco per i bambini volto alla conoscenza (scoperta) degli elementi della natura circostante, sportive all'aria aperta senza ricorso ad attrezzature e di pic-nic;
  • Preservare l'area mediante dispositivi di recinzione o soluzioni progettuali che delimitino l'intera area o le aree funzionali dalle strade sterrate contigue;
  • Attrezzare l'area come tappa di percorsi ciclo-pedonali.

 

Il progetto potrà inoltre rispondere ai seguenti obiettivi di carattere opzionale, emersi durante il processo partecipativo (§ Allegato 2 – Report Processo Partecipativo):

  • Favorire la massima fruibilità agli abitanti di Cese e ai turisti;
  • Prevedere nell’area attrezzature utili a comunicare la storia del Fontanile.

 

Per realizzare una proposta progettuale sostenibile dal punto di vista economico, i candidati dovranno considerare che il budget stimato per la realizzazione degli interventi è di circa 30.000,00 (trentamila) euro al netto dell'IVA.

La stima definitiva dei costi per la realizzazione degli interventi del progetto vincitore sarà sottoposta alla valutazione dell'ente banditore e alle effettive risorse a disposizione per la realizzazione delle opere.

 

 

Art. 4 – Chi può partecipare al concorso

Il concorso è aperto a tutti i soggetti abilitati all'esercizio della professione e iscritti nel relativo Ordine professionale secondo l'ordinamento nazionale di appartenenza, nel rispetto dell'art. 156 comma 2 del D.lgs. 50/2016. La partecipazione può avvenire singolarmente o in raggruppamento. Nel caso di raggruppamento, dovrà essere nominato un capogruppo, regolarmente iscritto all’albo del proprio Ordine professionale, come unico responsabile e referente nei confronti dell’Ente banditore.

Il raggruppamento temporaneo costituisce un'entità unica ai fini del concorso e la paternità della proposta progettuale espressa verrà riconosciuta, a parità di titoli e diritti, a tutti i componenti del raggruppamento. Tra gli stessi dovrà essere compreso almeno un “giovane professionista” nel rispetto dell’art. 24, comma 5, del D.Lgs. n. 50/2016.

Il raggruppamento può altresì essere composto da soggetti non iscritti agli Ordini professionali.

 

Art. 5 – Cause di esclusione e incompatibilità alla partecipazione

Il mancato rispetto, parziale o totale, di quanto prescritto dai precedenti articoli costituisce causa irrevocabile di esclusione al concorso.

Non è ammessa, a qualsiasi titolo, la partecipazione al concorso di uno stesso concorrente individualmente e come membro di un raggruppamento ovvero come membro di più di un raggruppamento.

La composizione del gruppo non potrà essere modificata durante il concorso.

Ogni partecipante, in forma singola, associata o consorziata potrà presentare un’unica proposta.

Non possono partecipare al concorso in quanto incompatibili:

  • I componenti della Segreteria Tecnica ed i componenti della Commissione Giudicatrice (Giuria Tecnica e Giuria Popolare), nonché i loro soci, dipendenti e collaboratori, anche occasionali alla data di pubblicazione del presente Bando.

L'incompatibilità è estesa ai coniugi e ai parenti fino al terzo grado compreso.

  • I dipendenti dell'Ente banditore e i soggetti, che hanno alla data di pubblicazione del presente Bando un rapporto di collaborazione, di qualsiasi natura, con l'Ente banditore avente ad oggetto il tema del concorso. L'incompatibilità è estesa ai coniugi e ai parenti fino al terzo grado compreso.

Tutti i concorrenti sono ammessi al concorso con riserva di accertamento delle cause di incompatibilità.

 

Art. 6 – Documentazione e materiale conoscitivo

Il bando e il relativo materiale conoscitivo sono disponibili e scaricabili all'indirizzo internet dell'Ente banditore http://www.asbucpreturo.it/rfq.

Il materiale conoscitivo (in allegato al presente bando) consiste in:

  • Allegato 1 - Scheda su Cese di Preturo e il Fontanile Quinzi;
  • Allegato 2 - Report Processo Partecipativo;
  • Allegato 3 - Rilievo topografico;
  • Allegato 4 - Rilievo fotografico;
  • Allegato 5 - Scheda di iscrizione.

Quanto sopra costituisce l'unico ed esaustivo materiale messo a disposizione per l'elaborazione della proposta progettuale. Potranno essere inoltrati quesiti alla segreteria del concorso all'indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro la data 2 Aprile 2017. Le risposte verranno pubblicate nella pagina delle FAQ.

 

Art. 7 – Modalità di partecipazione

L’iscrizione al concorso è gratuita e avviene effettuando la compilazione del form di registrazione disponibile all’indirizzo internet http://www.asbucpreturo.it/rfq. Nel caso di raggruppamento, tale iscrizione dovrà essere effettuata esclusivamente dal capogruppo.

Una volta completata correttamente la procedura di iscrizione, il sistema telematico invierà al capogruppo una email con la User Id e la password personali che serviranno per effettuare la trasmissione on line degli elaborati attraverso la modalità della autopubblicazione.

L’autopubblicazione comporta l’upload degli elaborati richiesti (§ Art. 8). La scheda di iscrizione dovrà essere compilata, in tutte le sue parti, nel caso di singolo professionista e nel caso di raggruppamento, da tutti i componenti dello stesso.

Una volta completata correttamente la procedura di autopubblicazione, il sistema invierà al capogruppo una mail di conferma.

Non sono ammesse iscrizioni e trasmissioni di elaborati in altra forma.

La procedura di autopubblicazione sarà attiva sul sistema telematico dal giorno 7 Marzo 2017 fino alle ore 12 PM del giorno 8 Maggio 2017.

Per il rispetto dell'anonimato, ad ogni elaborato verrà assegnato un codice numerico di riconoscimento univoco, che costituirà la denominazione ufficiale dell'elaborato stesso nel corso dei lavori della Commissione Giudicatrice. La Segreteria attuerà tutte le procedure tese al mantenimento dell'anonimato delle proposte concorrenti; in particolare il database con la corrispondenza tra i nominativi dei concorrenti e i codici numerici assegnati ai relativi elaborati non sarà accessibile ai membri della Giuria, ma sarà documento protetto in automatico dal sistema e accessibile unicamente tramite password che sarà comunicata al Presidente della Commissione una volta terminate le operazioni di valutazione.

 

Art. 8 – Elaborati da presentare

La proposta progettuale dovrà essere sviluppata a livello di fattibilità tecnica ed economica e contenere i seguenti elaborati:

  • N° 1 Tavola, formato A1 contenente: una planimetria generale di progetto in scala 1:200 e disegni quali sezioni, prospetti, schemi grafici e viste 3D, render o fotomontaggi liberamente scelti e composti, in quantità, scala e tipo sufficienti per dare indicazione dell'idea progettuale;

[Denominazione file: progetto_titoloprogetto.pdf]

  • N° 1 Relazione descrittiva dell'idea progettuale e Quadro Economico di massima, in formato A4 per un massimo di 2 cartelle, contenente una sintetica descrizione dell'idea progettuale, dei materiali scelti nonché un quadro economico per l'individuazione dei costi dell'intervento che non dovrà superare l’importo complessivo di 30.000,00 euro (al netto dell'IVA);

[Denominazione file: relazione_titoloprogetto.pdf]

  • N°1 Scheda di iscrizione compilata;

[Denominazione file: scheda_titoloprogetto.pdf]

 

Gli elaborati, al loro interno, dovranno indicare il titolo del progetto.

 

Ogni elaborato progettuale richiesto dovrà, a pena di esclusione, essere assolutamente anonimo in ogni sua parte, sia palese che occulta e strettamente aderente alle specifiche tecniche operative di dettaglio relative al suo formato e alla sua dimensione. In nessun caso i concorrenti potranno violare l’anonimato mediante simboli, segni o altri elementi identificativi.

 

L’estensione dei file ammessa è unicamente .pdf.

 

Art. 9 – Commissione Giudicatrice

La Commissione Giudicatrice sarà composta da una Giuria Tecnica e da una Giuria Popolare.

  • La Giuria Tecnica sarà composta da n. 5 membri: n. 1 rappresentante dell’Ente banditore e n. 4 figure esperte nella materia oggetto del concorso:
    • Antonio Nardantonio, Presidente ASBUC di Preturo (Ente banditore);
    • Edoardo Compagnone, Presidente dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia dell’Aquila;
    • Ing. Romolo Continenza, docente di Disegno dell'Architettura II – DICEAA (Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile – Architettura, Ambientale - Università degli Studi dell’Aquila);
    • Alessandro Simonicca, docente di Antropologia - Facoltà di Lettere e Filosofia – Università La Sapienza di Roma;
    • Dott.ssa Daniela Tinti, naturalista presso Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

 

  • La Giuria Popolare sarà composta da n. 7 membri rappresentanti della comunità locale, eletti durante un’apposita assemblea pubblica svoltasi il giorno giovedì 9 febbraio 2017 (§ Allegato 2 – Report Processo Partecipativo).

 

Qualora uno o più membri delle Giurie non siano in grado di adempiere alle attività proprie della Commissione Giudicatrice, la Segreteria Organizzativa provvederà alla sostituzione dando tempestiva comunicazione dei nominativi dei sostituti all'indirizzo internet dell'Ente banditore.

 

Art. 10 – Fasi e criteri di valutazione

La valutazione dei progetti avverrà in due fasi.

Nella prima fase, la Giuria Tecnica avrà il compito di valutare ciascun progetto in gara attraverso i criteri di seguito elencati, individuando una selezione di progetti meritevoli ammessi alla seconda fase. La Giuria Tecnica stilerà una breve relazione per motivare le proprie scelte ed evidenziare punti di forza e criticità dei progetti selezionati per la seconda fase.

Sarà inoltre compito esclusivo della Giuria Tecnica assumere le decisioni relativamente ai casi, segnalati dalla Segreteria, di eventuale mancato rispetto formale delle disposizioni contenute nel presente bando.

Nella seconda fase, la Giuria Popolare valuterà le candidature selezionate dalla Giuria Tecnica e stilerà la graduatoria finale, assegnando il premio ed eventuali riconoscimenti previsti dal presente bando. La Giuria Popolare sarà coordinata da uno o più membri della Segreteria Organizzativa, che non potranno in alcun modo partecipare al bando come da clausole di esclusione previste all'art. 5 e che non avranno potere di voto durante la valutazione delle candidature ma si limiteranno a svolgere funzioni di segretariato.

 

La Segreteria Organizzativa si occuperà di:

  • verificare il rispetto dei modi e dei tempi di trasmissione degli elaborati secondo le disposizioni contenute nel bando e segnalare eventuali casi ritenuti passibili di esclusione;
  • proclamare, procedendo allo scioglimento dell'anonimato, il vincitore.

 

I lavori della Commissione si chiuderanno entro il giorno 1 giugno 2017 con comunicazione del progetto ritenuto vincitore e di quelli meritevoli e la pubblicazione degli stessi all'indirizzo internet dell'Ente banditore.

 

La valutazione delle proposte avverrà attraverso la rispondenza ai seguenti criteri:

  • Rispondenza agli obiettivi di carattere generale;
  • Rispondenza agli obiettivi di carattere specifico;
  • Fattibilità tecnico-economica dell'idea progettuale.

Il giudizio della Commissione Giudicatrice è inappellabile.

 

Art. 11 – Calendario del concorso

  • Pubblicazione del bando: 7 Marzo 2017
  • Chiusura termini quesiti: 4 Aprile 2017
  • Chiusura termini consegna elaborati: 8 Maggio 2017
  • Pubblicazione del numero dei progetti ricevuti: 9 Maggio 2017
  • Verifica amministrativa da parte della Segreteria: 8 – 12 Maggio 2017
  • Avvio lavori Commissione Giudicatrice: 15 Maggio 2017
  • Nomina del vincitore: 01 Giugno 2017

 

Art. 12 – Esito del concorso

Il concorso si concluderà con la nomina del progetto vincitore e l'attribuzione di un premio di € 2.500,00 (al lordo dell’IVA e dei contributi previdenziali). Non sono ammessi premi ex aequo. L'idea premiata diventerà di proprietà dell’Ente banditore.

L’ASBUC di Preturo si riserva la facoltà di realizzare tutto o in parte il progetto vincitore di cui verrà comunque riconosciuta la paternità al/ai progettisti.

 

La Commissione Giudicatrice si riserva la facoltà di segnalare quelle proposte progettuali che, per particolari aspetti, risultino interessanti rispetto ai temi del bando, assegnando specifiche menzioni d'onore. Tutte le proposte pervenute saranno rese note attraverso il sito internet dell'ente banditore. Gli esiti del presente concorso verranno pubblicizzati attraverso la divulgazione su riviste e siti internet specializzati. L'ente banditore si adopererà altresì a diffondere, nelle sedi e con le modalità più opportune, l'idea progettuale premiata e quelle menzionate.

 

Ai partecipanti non verrà riconosciuto alcun rimborso spese.

La liquidazione del premio avverrà entro 60 giorni dalla proclamazione dei risultati. Nel caso di raggruppamenti, i premi verranno liquidati esclusivamente al soggetto indicato quale capogruppo nella scheda di iscrizione. L'ente banditore si riserva la facoltà di affidare al vincitore del concorso di idee la realizzazione dei successivi livelli di progettazione e direzione lavori, con procedura negoziata senza bando. Nel caso di raggruppamenti, l'ente banditore richiederà la documentazione necessaria per l'affidamento a Raggruppamenti Temporanei di Professionisti, ai sensi del D.Lgs. 50/2016.

 

Art. 13 – Tutela della privacy

Ai sensi del Testo Unico sulla Privacy D.lgs n. 196/2003 in ordine al procedimento instaurato da questo avviso si informa che l'ASBUC di PRETURO, per tramite della Segreteria Organizzativa, è soggetto attivo nella raccolta di dati. I dati richiesti sono raccolti per le finalità del concorso.

Le modalità del trattamento sono relative alle attestazioni indicate e ai requisiti stabiliti dalla legge necessari per la partecipazione al concorso da parte dei soggetti aventi titolo.

La partecipazione al concorso comporta, da parte dell'autore, l'autorizzazione al trattamento dei dati personali ed alla utilizzazione da parte dell'ASBUC di PRETURO per lo svolgimento degli adempimenti inerenti al concorso ed alle iniziative collegate. 

Art. 14 – Diritti d'autore e proprietà dei progetti

L'ente banditore potrà pubblicare e/o divulgare i lavori indicandone gli autori, senza che siano dovuti loro compensi. I concorrenti mantengono comunque il diritto di autore e la proprietà intellettuale per i loro progetti e sono liberi di pubblicarli senza alcuna limitazione, dopo la proclamazione del risultato della gara.

 

Art. 15 – Accettazione delle clausole del bando

E' fatto obbligo ai concorrenti di non pubblicare o rendere noti in qualsiasi forma i progetti prima che la Giuria Tecnica e la Giuria Popolare abbiano espresso e reso pubblico il proprio giudizio. La partecipazione al concorso implica da parte di ogni concorrente l'accettazione incondizionata di tutte le norme del presente bando, pena l'esclusione dal concorso.

 

Art. 16 – Elenco allegati

  • Allegato 1 - Scheda informativa su Cese e Fontanile;
  • Allegato 2 - Report Processo Partecipativo;
  • Allegato 3 - Rilievo topografico;
  • Allegato 4 - Rilievo fotografico;
  • Allegato 5 - Scheda di Iscrizione.

 

Art. 17 – Segreteria Organizzativa

La Segreteria organizzativa del concorso è composta dai seguenti membri:

  • Roberto Pesce
  • Valeria Baglione
  • Simona Coletti
  • Silvano Porfirio

 

 

 


ASBUC PRETURO, Via dell'aringo SNC , C.F. 93019150668, 67100 Preturo (AQ) ITALY


Engined by Joomla CMS

© Amministrazione Dei beni Separati Usi Civici di Preturo,Cese, Colle, S.Marco e Pozza del Comune dell'Aquila , 2019. Powered By Open Source Software . Developed By Preturo.com